La All-Sky-Camera

Monitoraggio continuo del cielo

All Sky Camera Per poter utilizzare a distanza gli strumenti di un osservatorio è fondamentale poter conoscere istante per istante la condizione del cielo, e questo sia quando a controllare il lavoro degli strumenti è un astronomo, sia quando la gestione è demandata ad un sistema automatico.

Il monitoraggio del cielo risponde infatti a due esigenze distinte. Primo salvaguardare la strumentazione da danneggiamenti legati alle condizioni atmosferiche. Secondo poter risalire alle condizioni del cielo di ogni istante passato per poter interpretare correttamente i dati.
Per esempio il passaggio di una nuvola, o di un aereo o anche i fari di un'automobile possono alterare di molto le osservazioni. La All-Sky-Camera (ASC) soddisfa entrambe le esigenze e congiuntamente con i dati provenienti dalla stazione meteorologica (vento, temperatura, pressione, etc) permette di avere il controllo completo sull'acquisizione dei dati astronomici.

Oltre a queste esigenze la All-Sky-Camera ha anche una funzione più propriamente scientifica: esiste infatti tutta una serie di fenomeni astronomici che non sono normalmente osservabili con i telescopi ma che sono facilmente studiabili con strumenti di questo tipo. Meteore, bolidi, brillamenti di sorgenti avvengono in posizioni impredicibili del cielo e solo

guardandolo per intero è possibile registrarli. Addirittura avendo a disposizione due o più strumenti di questo tipo simultaneamente in servizio è possibile triangolare (cioè stabilire la corretta traiettoria nel cielo) di meteore che poi possono essere recuperate dopo l'eventuale impatto a terra.

Attualmente la ASC dell'Osservatorio di Campo Imperatore è perfettamente funzionante, copre un campo di 180° (e dunque raggiunge l'orizzonte in ogni direzione) e consente di raggiungere una magnitudine limite di 8.0 in 30 secondi di posa. Manca ancora la custodia stagna resistente a pioggia e vento che permetterà di mantenerla permanentemente in funzione.

Nel video al lato si può vedere un time-lapse (cioè una sequenza di fotogrammi montati in un video) in cui ogni fotogramma è un'esposizione di 30 secondi al cielo fatta tra le ore 18:50 del 5 ottobre 2012 e le ore 3:56 del 6 ottobre 2012. Le tracce tratteggiate che a volte si vedono sono gli aerei, mentre è ugualmente possibile seguire satelliti artificiali e stelle. La via lattea che si trova nel centro all'inizio lascia progressivamente il posto alla Luna, mentre alcuni cirri attraversano il cielo.
Ovviamente la risoluzione dello strumento è ben maggiore di quella visibile nel video.

La foto che segue testimonia quanto detto sulla capacità di osservare fenomeni transitori e di brevissima durata che avvengono in posizioni causali nel cielo. Si tratta di due meteore che si trovano ad essere visibili sopra una delle cupole dell'Osservatorio e in prossimità della Galassia di Andromeda. Due aerei, un satellite e dei cirri completano il quadro.

All Sky Camera Image
LE CARATTERISTICHE

Le caratteristiche tecniche della All-Sky-Camera di Campo Imperatore.

Ottica Sigma EX DC
Focale 4.5mm F2.8
CCD Kodak KAF-8300
CCD Size 3326 x 2504
Pixel Size 5.4 μm
QE 60% max
Pixel Scale 4.5 arcmin/px (medio)
Readout time 5 sec
Mag. Limite 8.0 (allo zenith)