La Telegestione

L'Osservatorio di Campo Imperatore è completamente automatizzato e gestibile in remoto

HouseKeepings In situazioni meteorologiche estreme come quelle che possono verificarsi in alta montagna, la presenza di personale presso l'Osservatorio di Campo Imperatore non può essere garantita.

Capita ogni anno che a causa di nevicate improvvise o bufere l'Osservatorio rimanga isolato per diversi giorni, a volte settimane. In questi casi è di vitale importanza poter sorvegliare e controllare gli impianti interni a distanza per salvaguardare la struttura ed intervenire con soluzioni di emergenza in caso di necessità.

La soluzione di telecontrollo realizzata presso l'Osservatorio permette anche di gestire a distanza la strumentazione scientifica e di effettuare osservazioni remote.

Attualmente sono telegestiti: AZT24

Il sistema è basato su un'architettura distribuita di sensori eterogenei. Ogni sensore richiede specifiche alimentazioni, è collocato fisicamente in una diversa zona dell'Osservatorio e può essere controllato tramite porta parallela, seriale, RS485, USB, SNMP o interfaccia dedicata. Alcuni moduli software si occupano di raccogliere i dati, inserirli in un database relazionale centralizzato e verificare eventuali condizioni di allarme per provvedere autonomamente alla gestione dell'emergenza o trasferirla all'interfaccia di gestione per l'intervento di un operatore. Programmi che hanno bisogno di dati acquisiti da sensori controllati da applicativi differenti, sottoscrivono un servizio di notifica automatica con il sistema di archiviazione centrale che provvede a contattarli non appena il valore di loro interesse viene aggiornato.
L'interfaccia utente è accessibile attraverso qualunque browser web e fruibile anche su dispositivi mobili. L'interfaccia permette di focalizzarsi su di un signolo sottosistema oppure fornisce i valori attuali e i grafici relativi agli ultimi 2 giorni alternando automaticamente la visualizzazione dei diversi sottosistemi per funzionare come sistema di monitoraggio permanente, fornisce l'opportunità di muoversi indietro nel tempo per visualizzare i dati relativi ad un periodo a scelta del passato specificando istante e periodo di interesse, e contiene inoltre gli strumenti necessari per intervenire sulle variabili operative di tutti gli ambiti controllati. Anche per i parametri di comando viene mantenuta memoria del valore, dell'istante di applicazione e del committente per poter risalire in ogni istante alle condizioni esatte di esercizio.
Ciascuno dei software di controllo è basato su una libreria comune e oltre a riferirsi al sistema centralizzato per la gestione della configurazione, consente anche operazioni locali a basso livello e il controllo manuale dei singoli dispositivi per operazioni particolari da parte del personale.
In ogni caso, per motivi di sicurezza, ogni modulo è autonomo nella gestione dell'hardware che controlla e può funzionare indipendentemente dalla presenza dell'archivio centralizzato e dalla disponibilità dei servizi di rete.