16 giugno 2017

 

L’Osservatorio Astronomico di Campo Imperatore è uno dei centri ricerca situati sul Gran Sasso o nelle sue immediate vicinanze. Molto noti sono i laboratori sotterranei (LNGS) dell’INFN dove si svolgono importantissime ricerche su particelle come per esempio i neutrini.
Venerdì 16 giugno 2017, all’interno dell’Estate sotto le Stelle 2017, parleremo dell’Abruzzo, dell’importanza della ricerca scientifica che si svolge su quei territori, insieme a Stefano Ardito autore del libro “Gran Sasso e Scienza”. Interverrà il Dott Andrea Di Paola, responsabile della Stazione Osservativa di Campo Imperatore.

Il massiccio del Gran Sasso d’Italia, che si alza nel cuore dell’Appennino e dell’Abruzzo, è uno straordinario monumento di natura, dal 1995 Parco Nazionale. Ma è anche un importante luogo della scienza italiana e mondiale. E’ una storia che inizia nel 1794, con la salita alla Vetta Orientale del Corno Grande da parte del giovane gentiluomo teramano Orazio Dèlfico, e che prosegue alla fine del secolo XIX quando un altro teramano, Vincenzo Cerulli, fonda alle porte della città l’Osservatorio Astronomico di Collurania. Nel 1948 nasce un altro Osservatorio Astronomico, quello di Campo Imperatore, alle dipendenze dell’Osservatorio Astronomico di Roma, questa volta in piena montagna, lontano dai centri abitati. Negli stessi anni, con i primi rilievi ai piedi delle vette del Corno Grande, iniziano a operare sul massiccio anche i glaciologi che studiano il Ghiacciaio del Calderone, l’unico dell’Appennino e il più meridionale d’Europa. Geologi, botanici e zoologi studiano regolarmente e con continuità la montagna da secoli. Il grande balzo in avanti arriva nel secondo dopoguerra. Alla fine degli anni Ottanta, negli enormi ambienti artificiali scavati accanto al Traforo della A24 Roma-L’Aquila-Teramo, nascono gli straordinari Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN, vera eccellenza della ricerca scientifica internazionale. Nel 2012, nel centro dell’Aquila, inizia la sua attività il Gran Sasso Science Institute, scuola internazionale di dottorato e centro di formazione superiore, che nel 2016, dopo quattro anni di stretta collaborazione con i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, diventa istituto autonomo.


Chrono-Graphica Visioni Spazio-Temporali
9 GIUGNO-8 LUGLIO 2017

Grazie ad Officine Incisorie sarà presente la mostra “Chrono-Graphia”, un’esposizione unica di artisti italiani e stranieri con stampe calcografiche e sculture realizzate appositamente per l’evento.

Il tema dell’esposizione è “il tempo” e le Officine Incisorie hanno scelto come luogo dove esporre le opere ispirate al tempo proprio una struttura che fa della misura del tempo uno strumento fondamentale per scrutare i misteri del Cosmo: l’Osservatorio Astornomico di Roma.

Le operare saranno esposte negli spazi interni dell’edificio principale, a fianco di strumenti astronomici antichi del ‘800, creando una commistione unica tra arte e scienza.


Quando: 16 giugno 2017

Dove: INAF – Osservatorio Astronomico di Roma – Via Frascati 33 – Monte Porzio Catone (Roma)

Costo: € 5,00 

Evento consigliato per: tutti

Durata orientativa: 2 ore e 30 minuti


PROGRAMMA:
  • ore 20:30 – Ingresso (i cancelli rimarranno aperti dalle 20:30 alle 21:45)
  • ore 20:45 – Apertura stand scientifici e mostra “Chrono-Graphia” 
  • ore 21:30 – Inizio attività sul palco 
  • ore 21:00 – A seguire proiezioni su maxi schermo
  • ore 21:30 – Apertura telescopi 
  • ore 23:30 – Termine della serata


DataAutoreArgomento
09 giugnoElisabetta Dotto (INAF-OAR)Flipper cosmici: quando la vita e il pericolo vengono dal cielo
10 giugnoAldo Winkler (INGV)
&
Staff DivA
Come funziona la bussola?
16 giugnoStefano Ardito
Andrea Di Paola (INAF-OAR)
Gran Sasso e scienza
23 giugnoPietro GrecoEinstein e Picasso
24 giugnoFrancesco D'Alessio (INAF-OAR)
&
Staff DivA
Mega Razzetti - "Verso l'infinito e oltre" - Summer Edition
01 luglioFabrizio Vitali (INAF-OAR)Occhi su Saturno
08 luglioAngela Bongiorno (INAF-OAR)
Marcella Di Criscienzo (INAF-OAR)
Silvia Piranomonte (INAF-OAR)
Dancing Universe

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE:

  • Prenotazione obbligatoria
  • Contributo organizzativo: € 5,00 a pers. (adulti e bambini)
  • Ingresso gratuito per disabili e bambini fino a 5 anni.
  • Il contributo da diritto all’accesso al Parco Astronomico ed alla partecipazione alle attività
  • Il numero di posti disponibili potrebbe subire variazioni secondo le previsioni meteorologiche
  • In caso di meteo sfavorevole gli incontri con i ricercatori e le proiezioni si svolgeranno nella sala conferenze
  • Gli orari e i turni previsti sono orientativi e potranno subire modifiche secondo l’affluenza e le condizioni meteorologiche
  • Le osservazioni astronomiche si effettueranno SOLO con meteo favorevole
  • La mancata partecipazione non da diritto a rimborsi.


PRENOTAZIONI ONLINE


Tutte le attività pubbliche di Didattica e Divulgazione dell’Osservatorio Astronomico di Roma sono realizzate da: 

Gruppo Diva &  Ass. Estrellas y Planetas
loghi_diva_eyp