Servizio di Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro

Il Servizio di Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro è formato dalle seguenti figure:

  • Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP);
  • Addetti al servizio di Prevenzione Incendi;
  • Addetti al Primo Soccorso;
  • Addetti all’evacuazione del personale in caso di emergenza

Il Servizio di Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro si occupa di:

  • Individuare i fattori di rischio, effettuare la valutazione dei rischi ed individuare le misure necessarie per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente e sulla base della specifica conoscenza della organizzazione dell’Istituto;
  • Elaborare, nell’ambito delle sue competenze, delle misure di prevenzione e di protezione di cui all’art. 28, comma 2, del D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81, e ss.mm.ii., e dei sistemi di controllo di tali misure;
  • Definire le procedure di sicurezza per ognuna delle attività istituzionali dell’ente;
  • Predisporre i programmi di informazione e di formazione dei lavoratori;
  • Partecipare alle consultazioni in materia di tutela della sicurezza e della salubrità degli ambienti di lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all’art. 35 del Decreto legislativo innanzi richiamato;
  • Diffondere tra i lavoratori delle informazioni di cui all’art. 36 del D.Lgs 81/2008.

Inoltre, il Servizio di Prevenzione e Protezione  svolge attività di:

  • redazione piani di emergenza ed evacuazione;
  • consulenza e pareri per la sicurezza alle varie strutture aziendali;
  • redazione piani di sicurezza e coordinamento
  • Adempiere a tutte le disposizioni normative vigenti in materia di sicurezza e salubrità degli ambienti di lavoro;
  • Curare i rapporti con tutte le istituzioni preposte alla tutela della sicurezza e della salubrità degli ambienti di lavoro;
  • Fornire supporto ai RUP per la redazione dei documenti di valutazione dei Rischi Interferenziali (D.U.V.R.I.) ex art. 26 del D.Lgs 81/2008;
  • Valutare gli oneri per a sicurezza per la mitigazione e la gestione dei rischi interferenziali;
  • Organizzare la sorveglianza sanitaria periodica ex art. 41 del DLgs 81/2008
  • Fornire supporto al Datore di lavoro per la redazione e l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi (D.V.R.) di cui all’art. 28 del TUSL;
  • Redigere il  piano di emergenza connesso con la valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 5 del D.M. 10/03/1998;
  • Organizzare le Prove di evacuazione annuali di cui all’art. 7.4 del  D.M. 10/03/1998.
  • Gestire  presidi Antincendio e di Primo Soccorso DM388
  • l’R.S.P.P. visita gli ambienti di lavoro con il Medico Competente almeno una volta l’anno e gli fornisce con tempestività le valutazioni e i pareri di competenza al fine della programmazione del controllo dell’esposizione dei lavoratori ai sensi dell’art. 41 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

 

Servizio Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro INAF (con collegamenti alla documentazione e risorse utili in lingua inglese):

 

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI dell’Osservatorio Astronomico di Roma

Documento di valutazione dei Rischi (12 Maggio 2020)

ADDENDUM DVR EMERGENZA COVID-19 V1.0 (8 Maggio 2020)

ADDENDUM AL D.V.R. DEDICATO AL RISCHIO BIOLOGICO DERIVANTE DA Sars-CoV-2 PROTOCOLLO DI SICUREZZA ANTI-CONTAGIO MISURE DI PREVENZIONE, PROTEZIONE FORMAZIONE E INFORMAZIONE (V 1.4 – 13 Maggio 2020)

Protocollo di Implementazione Fase 2 Misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Sars-CoV-2

NEWS FASE 2 COVID-19: Vademecum per l’accesso all’Osservatorio Astronomico di Roma (22 giugno 2020)

EMERGENZA COVID-19

Cartellonistica e filmati

COVID-19: Regole per il lavaggio e la sanificazione delle Mani (Ministero della Salute)

COVID-19: Locandina INAF Allegato1 (DPCM 4 Marzo 2020)   Allegato 1 dpcm 4 marzo 2020

Cartello CORONAVIRUS-Platania-Mag2020

L’uso delle mascherine nella vita quotidiana

Poster mascherina (fonte Istituto Superiore Sanità)

 

Documentazione e risorse utili emergenza COVID-19

Emergenza Coronavirus (Covid-19): indicazioni ed aggiornamenti/Coronavirus (Covid-19) Emergency: indications and updates

Domande frequenti (FAQ) sull’emergenza CORONA VIRUS (COVID-19) disponibili in inglese, spagnolo, francese e tedesco:
https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti

nuovo_modello_autodichiarazione_editabile_maggio_2020-1-(3mag2020)

Fase 2 – FAQ misure adottate dal Governo   Pagina “Governo.it”

Covid-19 – Numeri verdi regionali

Numero verde COVID-19 Nazionale: 1500

Numero verde COVID-19 Regione Lazio: 800 11 88 00

Numero verde COVID-19 Supporto psicologico gratuito: 800.833.833. Attivo tutti i giorni dalle 8 alle 24. Il numero è raggiungibile anche dall’estero allo 02 20228733

Comunicazioni INAF e OAR relative all’emergenza COVID-19

Coronavirus-decalogo-Min.Salute   Regole di igiene per il contrasto al COVID-19 (Marzo 2020)

Nota prot.1232_2020-Dir.Gen._INAF COVID-19-05mar20

Informativa INAF “Lavoro Agile ” Art.22 comma 1 Legge 81/2017 e D.Lgs 81/2008(10 Marzo 2020)

Legislazione specifica emergenza COVID-19

DPCM-01-marzo-2020-COVID-19

DPCM 04 marzo 2020 (COVID-19)

Allegato 1 DPCM 4 marzo 2020 (COVID-19)

DPCM 8 Marzo 2020 (COVID-19)

DPCM 11 Marzo 2020 (COVID-19)

Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento del COVID-19 del 15 Marzo 2020

Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento del COVID-19 aggiornato al 24 aprile 2020

DPCM 22 Marzo 2020 (COVID-19)

DPCM 26 Aprile 2020 e allegati (COVID-19)

Covid-19 – Situazione in Italia

LEGISLAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA E L’IGIENE DEI LUOGHI DI LAVORO

Testo Unico Sicurezza dei Luoghi di Lavoro D.lgs 81/2008 

Il corretto lavaggio delle mani

Ecco cosa bisogna fare per essere sicuri di lavarle correttamente:

  • utilizzare sapone (meglio quello liquido della saponetta) e acqua corrente, preferibilmente calda. Il sapone liquido non è esposto all’aria e quindi non permette ai germi di proliferare, come invece può accadere sulla superficie della saponetta;
  • asciugare le mani possibilmente con carta usa e getta o con un asciugamano personale pulito o con un dispositivo ad aria calda;
  • applicare, eventualmente, una crema o lozione idratante per prevenire le irritazioni, in caso di detergenti troppo aggressivi o dopo lavaggi prolungati.

Per rimuovere i germi dalle mani è sufficiente il comune sapone, ma, in assenza di acqua, si può ricorrere ai prodotti igienizzanti per le mani, a base alcolica. Questi prodotti vanno usati quando le mani sono asciutte, altrimenti non sono efficaci. Se li usi frequentemente, inoltre, possono provocare secchezza della cute.

Le mani vanno lavate prima di:

  • mangiare
  • maneggiare o consumare alimenti
  • somministrare farmaci
  • medicare o toccare una ferita
  • applicare o rimuovere le lenti a contatto

e dopo:

  1. aver tossito, starnutito o soffiato il naso
  2. essere stati a contatto con persone malate
  3. aver usato il bagno
  4. aver toccato cibo crudo, in particolare carne, pesce, pollame, uova
  5. aver usato un mezzo di trasporto (autobus, taxi, treno ecc.)
  6. aver maneggiato spazzatura
  7. essere stati a contatto con gli animali
  8. aver maneggiato denaro ecc.
  9. aver soggiornato in luoghi molto affollati come palestre, cinema, sale d’aspetto di aeroporti, ferrovie.
  10. aver cambiato un pannolino

(Filmato Lingua italiana)

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioVideoNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&menu=multimedia&p=video&id=2027

 

(English language)